Menu

Bentornata, Aston Martin! Le auto della Formula 1 e i database Oracle devono essere veloci

Dave Krenik
502

main-Aston-Martin-F1 

Un'attesa di 61 anni per ottenere un risultato farebbe arrugginire chiunque in qualsiasi ambiente. D'altronde, è la pratica a rendere perfetti, giusto? Il primo punto conquistato nella prima gara della stagione nel Gran Premio del Bahrein dopo oltre 60 anni dimostra come il team Aston Martin Cognizant Formula One™ non abbia certo perso lo smalto. E NetApp è orgogliosa di essere Global Partner di AMCF1™. L'auto AMR21 ha mostrato velocità e resistenza eccezionali, nelle mani dei piloti Lance Stroll e Sebastian Vettel. Stroll ha ottenuto un decimo posto (conquistando il punto nel Campionato mondiale) e Vettel si è piazzato al quindicesimo, dopo aver iniziato la gara al ventesimo posto per via di una penalità.

Ciò che Vettel e Stroll fanno nell'AMR21 è, per dirla con parole semplici, andare veloci, molto veloci. Con un peso di neanche otto quintali e oltre 1000 cavalli, l'AMR21 è straordinariamente veloce. Immagina di premere sull'acceleratore in auto e sentire al petto un peso tre volte superiore al tuo corpo. Che cosa significa? Se ti dicessimo che può accelerare da 0 a 100 kmh in soli 1,6 secondi? Questo è essere veloci, senza ombra di dubbio. Mettiamo le cose in prospettiva: la famosa e apprezzata BMW 2021 330i xDrive accelera da 0 a 100 kmh in 5,3 secondi.

I database Oracle puntano molto sulla velocità

I database, in particolare quelli di Oracle, puntano molto sulla rapidità. Per soddisfare la fame di velocità (latenza ridotta) dei database, la tecnologia NetApp® utilizza un vero e proprio supporto end-to-end per NVMe: siamo i primi vendor a farlo. Ecco alcuni degli aspetti più interessanti per NVMe negli ambienti Oracle:

  • Bassa latenza. Tempi di risposta più rapidi.
  • Maggiore disponibilità. Interruzioni operative ridotte.
  • NVMe è facile da gestire ed è il prossimo passo nell'evoluzione SAN.
  • Riduzione dell'overhead. La tecnologia NVMe incide di meno sulle CPU server rispetto ai lavori SAN tradizionali, permettendo alle CPU di dedicarsi al vero lavoro sulle applicazioni.
  • Licenze Oracle. Perché pagare per costose licenze Oracle per CPU server che effettuano lavori di storage?

Ciascun cliente Fibre Channel (FC) dovrebbe pianificare la migrazione da SCSI/FC (che solitamente chiamiamo SAN) a NVMe/FC. Ciascuno di loro. Non importa neanche se abbiano veramente bisogno delle performance. Semplicemente ha senso farlo. NVMe/FC è più facile da configurare, i tempi di risposta sono più rapidi e il sistema storage funziona con una maggiore efficienza.

Ecco la notizia veramente buona: non serve praticamente nient'altro. Nella maggior parte dei casi, l'FC SAN che possiedi può già supportare NVMe/FC. Si applicano anche le normali best practice. Devi ancora creare file system o gruppi di dischi Oracle ASM e gestirli normalmente. L'unico vero impatto è che probabilmente non avrai bisogno di tante LUN quanto in passato.

Ciò che fa NVMe è ridurre i codici eccessivamente complessi che traducevano una richiesta di lettura blocco in comandi SCSI ormai vetusti, li inviavano al sistema storage, attendevano la risposta e traducevano nuovamente i dati SCSI nei dati richiesti.

In pratica, NVMe fa meno di SCSI. Si tratta di una sottrazione, non di una aggiunta né di una modifica. È un SAN ottimizzato, progettato per lo storage a stato solido. Le applicazioni fanno le stesse cose di sempre, ma il sistema operativo non deve impegnarsi così tanto per completare un'operazione di I/O. Ecco perché non devi cambiare di molto le tue abitudini. Ti basterà effettuare l'upgrade e iniziare subito a ottenere di più dal tuo SAN.

Ovviamente, esistono vari modi per implementare NVMe; ad esempio, alcuni vendor sono legati a RoCE. Ecco alcune cose da sapere su RoCE.

NVMe su RoCE si basa su standard proprietari meno recenti che richiedono hardware specifico. Molti concordano nell'affermare che RoCE sarà soppiantato da NVMe su TCP, ma lo standard è stato ratificato solo circa un anno fa. I prodotti stanno iniziando a fare la loro comparsa soltanto ora, quindi la tecnologia non è ancora matura.

SCSI può anche essere obsoleto, ma FC non lo è. FC è un protocollo di rete di storage specializzato e dalle performance elevate che:

  • Dispone di qualità del servizio integrata per performance dello storage più affidabili.
  • Dispone di funzionalità di rilevamento integrate. Tutti coloro che hanno lavorato con iSCSI sanno quanto può essere complesso configurare lo storage senza una funzionalità di rilevamento nativa.
  • Dispone di zone, quindi è più facile da proteggere.
  • È ovunque. L'hai pagato, quindi perché non usarlo?

Ti basterà interrompere le operazioni SCSI su FC e passare a NVMe.

Per scoprire come NetApp sta accelerando Oracle e altri workload con NVMe, guarda il video NVMe end-to-end.





Per scoprire tutto ciò che NetApp sta facendo per proteggere e accelerare i workload Oracle, consulta queste risorse:

Soluzioni Oracle: pensate per l'innovazione Trasforma il tuo database cloud Oracle

Dave Krenik

Da oltre 15 anni, Dave commercializza soluzioni per varie iniziative (Alliances, Business Development, Solution Marketing). Prima di entrare nel mondo della tecnologia, Dave ha lavorato per 15 anni nel settore enologico.

View all Posts by Dave Krenik

Passi successivi