Menu

Collegare la pista alla strada attraverso un'infrastruttura dati

La partnership vincente continua

man riding a motorcycle
Sommario

Condivi questa pagina

Emily Miller
Emily Miller
725 visualizzazioni

La partnership con un marchio così riconoscibile e di fama mondiale come Ducati è una vera e propria medaglia al valore per NetApp. Per questo motivo, dopo 6 anni di successo insieme, siamo lieti di annunciare che continueremo la nostra sponsorizzazione come partner ufficiali dell'infrastruttura dati di Ducati Corse. Tra NetApp e Ducati si è stabilita una vera e propria partnership fondata sulla fiducia, sulla collaborazione e sull'innovazione. Alla base c'è la passione comune di massimizzare l'impatto della tecnologia IT, dalle moto da corsa alle moto da strada, e di mettere in comunicazione tra loro il numerosi fan e piloti Ducati sparsi in tutto il mondo.

Il successo di Ducati in pista ha bisogno di una piccola introduzione. Pensiamo, ad esempio, al suo recente record nel MotoGP, la serie di corse motociclistiche più importante del mondo. La scorsa stagione a Valencia Ducati ha conquistato i titoli mondiali costruttori, squadre e piloti: una vittoria da ricordare! Ma al di là degli splendidi trofei e dei momenti di gloria, l'impegno di Ducati in pista ha uno scopo ben più grande. Come spiega Massimiliano Bertei, Chief Technology Officer di Ducati Motor Holding, "Naturalmente ci piace vincere le gare, ma ciò che conta è come questo ci aiuti a migliorare continuamente le nostre moto da strada".

Team Ducati

Utilizzo delle informazioni sui dati per migliorare le moto

Ricordo la mia prima visita alla Ducati Motor Holding di Bologna nel 2018. Sono rimasta così colpita dal loro approccio artigianale alla linea: per realizzare ogni singola moto da strada personalizzata, i processi automatizzati chiave vengono ancora integrati da tanta lavorazione manuale. Durante la mia prima gara di MotoGP, è stato incredibile vedere come i dati acquisiti in pista hanno influenzato lo sviluppo delle moto per il mercato commerciale, a partire dagli anni '40 e fino ad oggi.

Per ottenere questo sviluppo, Ducati deve riuscire a superare i confini dell'innovazione IT, non solo per poter raggiungere la vetta del podio, ma per tradurre le informazioni sui dati direttamente in fabbrica. Questo tipo di progresso richiede un'infrastruttura dati intelligente e flessibile. Ed è qui che entra in gioco NetApp.

Come spiega Bertei, "Una delle nostre maggiori sfide aziendali è rendere disponibili i nostri dati, ovunque e in qualsiasi momento, per fornirci la sicurezza, la velocità e l'agilità di cui abbiamo bisogno per avere successo sia in pista che fuori. Grazie alla tecnologia NetApp, Ducati può ridurre i tempi di sviluppo dei prototipi e aumentare la velocità di introduzione sul mercato del 30%".

Storage unificato nel data center

NetApp ha giocato un ruolo significativo nella modernizzazione del data center di Ducati, offrendo uno storage dei dati unificato per memorizzare e gestire i dati mission-critical dell'azienda. Grazie a NetApp, Ducati ha potuto gestire i dati in modo più efficiente, semplificare il backup e il disaster recovery e risparmiare sui costi grazie al tiering integrato in tutti gli ambienti.

Il mantra "Vinci la domenica, vendi il lunedì" non è mai stato così vero come lo è per Ducati. È un grande punto di orgoglio per NetApp giocare un ruolo fondamentale nella fornitura dei dati per consentire questo processo e l'estensione di questa partnership è un riflesso della fiducia reciproca. Bertei ha riassunto bene il concetto: "Ecco il motivo per cui NetApp è il partner ufficiale dell'infrastruttura dati di Ducati Corse".

Esplora la partnership tra NetApp e Ducati

Emily Miller

Emily gestisce la Brand Experience per NetApp. Il suo obiettivo è promuovere la reputazione di NetApp come leader nel cloud storage sul mercato attraverso strategie per marchi e contenuti, leadership creativa, programmi di sponsorizzazione ed esperienze digitali/live. Con esperienza sia come cliente che come agenzia, dalle piccole start-up al conglomerato globale, Emily adotta un approccio concreto combinato con creatività e umorismo per portare a termine i progetti. Ha conseguito una Laurea in Storia all'Università di Yale e un MBA presso la UC Berkeley/Haas School of Business.

Visualizza tutti i post di Emily Miller

Passi successivi

Drift chat loading