Menu

Che cos'è il cloud storage pubblico?

carte rosa fluttuanti su sfondo rosa
Argomenti

Il cloud storage pubblico è un modo semplice per aziende e utenti finali di ottenere in licenza capacità di storage di terze parti per archiviare i propri dati digitali. Questo articolo suddivide lo storage nel cloud pubblico in due classi: il file storage per la condivisione e la collaborazione e lo storage per le applicazioni di business. 

I servizi di file nel cloud pubblico di aziende come Dropbox, Box, Google, Microsoft SharePoint e Apple iCloud offrono repository di dati di file facili da usare per la condivisione, la collaborazione e l'archiviazione. Gli utenti di destinazione includono individui e organizzazioni di tutte le dimensioni. 

Aziende come Microsoft, Amazon, Google, IBM e altre offrono lo Storage as a Service (StaaS) per consentire alle aziende di concedere in licenza, fornire e accedere facilmente alla capacità di storage ottimizzata per l'utilizzo delle applicazioni di business e supportare lo sviluppo di software, il data analytics, i database e altri carichi di lavoro enterprise. Questo articolo si concentra su questa categoria di cloud storage pubblico. Le caratteristiche comuni del cloud storage pubblico includono:

  • Capacità di facile implementazione e con provisioning in autonomia
  • Gestione altamente automatizzata con API complete
  • Scalabilità dinamica delle performance e della capacità
  • Offerte di storage flessibili che includono accesso al file storage, allo storage a oggetti e a blocchi

Tariffe pay-as-you-go o di abbonamento

Vantaggi dell'utilizzo del cloud storage pubblico

Il cloud storage pubblico offre agli utenti IT numerosi vantaggi.


  • Il cloud storage pubblico è facile da implementare attraverso un portale web gestito dal cloud provider o attraverso un'offerta di marketplace, come AWS Marketplace. Non è richiesta alcuna conoscenza tecnica significativa per implementare un container di storage, perché il cloud provider gestisce la gestione e la manutenzione dell'ambiente.
  • La capacità dello storage può essere scalata in modo dinamico in base alle esigenze. E i limiti di capacità sono abbastanza elevati per la maggior parte dei carichi di lavoro.
  • Il cloud storage è accessibile da quasi tutte le posizioni, perché l'interfaccia per l'ambiente di storage avviene attraverso un browser web su Internet. In genere, i cloud provider offrono i propri servizi in una vasta gamma di aree geografiche in tutto il mondo, consentendo agli utenti di selezionare la regione più vicina alla propria azienda o di soddisfare qualsiasi requisito geografico o normativo. Inoltre, la maggior parte dei cloud provider offre diverse offerte di storage, come file service, storage a oggetti e storage a blocchi per soddisfare le esigenze della maggior parte delle applicazioni.
  • L'agilità, la capacità di implementare il servizio rapidamente, è un vantaggio fondamentale di qualsiasi servizio cloud. Questo vale anche per lo storage. Le licenze e l'implementazione possono spesso essere eseguite in meno di un'ora, il che è molto più veloce dell'acquisto dell'hardware, o in molti casi ancora più veloce dell'invio di un ticket per la capacità dall'IT aziendale.
  • La maggior parte dei cloud provider offre livelli di performance flessibili, consentendo agli utenti finali di implementare lo storage giusto per l'applicazione. I tier di performance consentono agli utenti di selezionare e pagare le performance richieste e persino di modificare dinamicamente il tier per adattarsi a incrementi o diminuzioni temporanei delle esigenze di performance. Inoltre, poiché le organizzazioni sfruttano più servizi nel cloud, la vicinanza dei dati ai servizi di calcolo offre vantaggi in termini di performance rispetto alla gestione dei dati on-premise.
  • Anche se i vantaggi economici a lungo termine del cloud storage potrebbero essere opinabili, pochi metteranno in discussione i benefici economici derivanti dall'approvvigionamento del cloud storage per utilizzi temporanei come carichi di lavoro improvvisi, per progetti ciclici o stagionali o anche semplicemente per backup e archiviazione. La quantità di capitale e l'overhead di gestione associati allo storage on-premise per questi utilizzi potrebbero essere superiori al costo della capacità dello storage. Con l'aumento della priorità delle applicazioni nel cloud, l’archiviazione e la conservazione dei dati vicino alle applicazioni diventano ancora più vantaggiose.

Svantaggi dell'utilizzo del cloud storage pubblico

Come per la maggior parte delle cose nella vita, una forza può anche essere una debolezza.


  • L'archiviazione dei dati nel cloud può comportare costi di storage superiori al previsto. Ciò è particolarmente vero se si accede frequentemente ai dati al di fuori del cloud, perché i costi di uscita per l'estrazione dei dati dal cloud sono relativamente elevati. Inoltre, a seconda del tier o del tipo di storage, l'utilizzo dello storage a lungo termine nel cloud può aumentare rapidamente i costi.
  • Le performance del cloud storage pubblico vanno generalmente bene per la maggior parte delle applicazioni. Tuttavia, poiché lo storage si trova in un ambiente condiviso, le performance in genere non sono così buone come quelle ottenibili on-premise. Ciò vale per throughput, IOPS e latenza.
  • Il cloud storage pubblico viene implementato come container di storage virtuale gestito da un cloud provider nel proprio data center. Di conseguenza, l'utente finale ha poche informazioni o controllo sulla posizione in cui i dati risiedono al di fuori della regione geografica o della classe/tier di storage selezionati. Questo controllo limitato può essere impegnativo per le organizzazioni che gestiscono dati regolamentati o dati preziosi come la proprietà intellettuale.
Disponibilità. Il cloud storage pubblico è comunemente pubblicizzato per il supporto di tre 9 di disponibilità, ovvero un uptime del 99,9%.  Ciò significa, in media, nemmeno 9 ore di downtime all'anno, o circa 10 minuti alla settimana. Per ottenere livelli di uptime più elevati, alcuni utenti eseguono il mirroring dello storage tra due istanze di cloud storage. Questo approccio comporta un costo complessivo più elevato.

Differenze tra cloud storage pubblico e privato

Il cloud storage privato è un approccio che offre un'esperienza di cloud storage pubblico on-premise. L'obiettivo del cloud storage privato è quello di offrire i vantaggi del cloud pubblico riducendo al minimo gli svantaggi correlati. Le tecnologie utilizzate, come lo storage scalabile, le tecnologie virtuali o software-defined, l'automazione dell'implementazione e le API avanzate, consentono alle organizzazioni di configurare il proprio ambiente di storage per soddisfare al meglio le esigenze di applicazioni e utenti. 

Vantaggi

  • Il costo complessivo dello storage può essere ridotto acquisendo e gestendo un cloud privato. L'implementazione di un'infrastruttura di cloud storage privato richiede spese di capitale o finanziamenti per estendere l'acquisto per un periodo di tempo predeterminato. Spesso, tuttavia, la quantità di utilizzo ottenuta dall'infrastruttura di storage implica che, per tutta la durata dell'acquisto, il costo per capacità è in genere inferiore a quello di un cloud pubblico.
  • L'infrastruttura di cloud storage privato è un'infrastruttura condivisa all'interno dell'organizzazione, ma l'ambiente può essere dimensionato in modo più efficace e messo a punto in base alle esigenze del business. Inoltre, la latenza e gli altri peggioramenti delle performance associati ai grandi data center condivisi pubblicamente sono ridotti al minimo.
  • È possibile ottenere livelli più elevati di controllo e sicurezza con il cloud storage privato rispetto al cloud storage pubblico. I cloud privati vengono implementati nel data center o in un ambiente controllato, ad esempio una struttura di co-location, gestita dal personale IT all'interno dell'organizzazione.

Svantaggi 

Costi. Sebbene il costo della capacità sia generalmente molto inferiore con un ambiente di cloud privato, le organizzazioni che implementano un cloud privato devono tenere conto dei costi aggiuntivi di risorse IT, impianti e ambiente associati all'acquisizione, alla gestione e all'implementazione delle apparecchiature IT.

Costo dell'esecuzione di un cloud storage pubblico

Il prezzo del cloud storage pubblico non costituisce una risposta univoca, perché sono disponibili diversi tipi di offerta di storage. Tuttavia, è importante capire dove si dovrà sostenere un costo in termini generali.

  1. Tipo di storage. Ogni provider di cloud pubblico offre diversi servizi di storage, come storage a oggetti, file storage e storage a blocchi. Ognuno di questi tipi di storage ha limiti di capacità e performance propri e molti offrono diversi tier di costi e performance per ogni tipo di storage. In genere, lo storage più conveniente e dalle performance più basse è lo storage a oggetti, mentre quello più costoso e dalle performance più elevate è lo storage a blocchi.
  2. Capacità del disco. Ciascuno dei tipi di storage viene generalmente concesso in licenza in base alla capacità e, in molti casi, le performance sono legate alla capacità fino a un limite massimo. Se hai bisogno di performance più elevate, le otterrai con una capacità superiore.
  3. Come accennato in precedenza, la scalabilità delle performance per la maggior parte dei servizi di storage è strettamente legata alla capacità. Pertanto, maggiore è il livello di performance richiesto, maggiore sarà la capacità erogata. Alcuni servizi di storage offrono anche livelli di performance a più tier che consentono di allineare meglio costi e performance e di dipendere meno dalla capacità.
  4. Spese di uscita. Un costo che spesso non viene pianificato è rappresentato dalle tariffe di uscita, ovvero i costi addebitati dalla quantità di dati che esce dal gateway del service provider. Per gli utenti che trasferiscono i dati dentro e fuori dal cloud, questo costo nel tempo può essere pari o superiore al costo dello storage sottostante. Pertanto, bisognerebbe prendere in considerazione le caratteristiche di I/O delle applicazioni e dei carichi di lavoro quando si valuta il cloud storage pubblico.
Gestione dei dati avanzata. Per coloro che cercano funzionalità più avanzate rispetto a quelle offerte dai cloud provider, i vendor di terze parti offrono software per la gestione dei dati che utilizza la capacità del disco del cloud storage pubblico nativo e quindi una gestione avanzata dei dati a livello di layer come deduplica, compressione, snapshot, cloni e altre funzionalità per migliorare il valore del cloud storage. Questa gestione avanzata dei dati comporta un addebito incrementale sulla capacità del disco dello storage nativo, ma in alcuni casi, l'attivazione delle funzionalità di riduzione dei dati può comportare un costo combinato molto inferiore rispetto ai semplici costi dello storage nativo.