La compressione: Un’ulteriore tecnologia di NetApp per l’efficienza dello storage

Una conversazione con Jay Kidd

 

L'efficienza dello storage è diventata oggi il criterio di acquisto numero uno per molte aziende, soprattutto a causa della crescita esponenziale dei dati e del restringersi dei budget.

Qualora questo fosse per voi un concetto nuovo, sappiate che è assolutamente possibile potenziare l'uso dei sistemi storage già in vostro possesso e rimandare gli acquisti di nuove risorse anche di mesi, grazie a NetApp®. Le innovative funzionalità di efficienza dello storage condivisa aiutano l'intera azienda a raggiungere obiettivi di business sempre più impegnativi, con un numero inferiore di risorse.

NetApp si impegna affinché l'implementazione delle proprie innovazioni per l'efficienza dello storage, attuali e future, contribuisca a ridurre immediatamente il costo dell'IT nel vostro data center e ad accelerare il ritmo del business. Il tema della compressione è stato uno dei più centrali nel dibattito sulle principali tecnologie per l'efficienza. Riportata in auge da un paio di recenti acquisizioni di grande rilievo, la compressione è un importante strumento, in particolare con lo storage secondario.

Il valore della compressione non risiede nel suo singolo utilizzo. Il potere e il potenziale della compressione si apprezzano veramente quando viene utilizzata in combinazione con altre funzionalità e tecnologie per l'efficienza dello storage. La possibilità di scegliere tecnologie e funzionalità in un portafoglio integrato vi consente di trovare il giusto equilibrio tra tecnologia e necessità aziendali, in modo flessibile ed efficiente.

Abbiamo parlato con Jay Kidd di NetApp, Senior Vice President, Product Strategy and Development, Storage Solutions Group, per discutere della nuova funzione di compressione dei dati NetApp.

NetApp mette a disposizione una proposta di valore molto allettante per quanto riguarda la compressione. Cosa puoi dirci di questa ultima novità che riguarda la nostra famiglia di prodotti per l'efficienza dello storage?
Jay: La compressione viene utilizzata ormai da diverso tempo ed è stata implementata in molte forme. Il problema della compressione è sempre stato bilanciare il conseguente impatto sulle performance, poiché la compressione e la decompressione dei dati richiedono un notevole impegno da parte della CPU. Ecco perché fino a poco tempo fa la compressione era utilizzata esclusivamente nell'hardware per le unità nastro e le VTL. NetApp ha sviluppato un modo per implementare la compressione anche nel software, riducendo la capacità di calcolo necessaria.

Stiamo parlando quindi di una compressione senza difetti?
Jay: Nessuna compressione software è perfetta, ma ritengo che l'equilibrio trovato sia ottimo, poiché consente di massimizzare la compressione e allo stesso tempo minimizzare le ripercussioni sulle performance, sfruttando le capacità esistenti di Data ONTAP® e WAFL® (Write Anywhere File Layout).

Più precisamente, quando i dati vengono scritti nel sistema, noi raccogliamo un piccolo numero di blocchi 4K WAFL e creiamo un gruppo di compressione. Una volta formato il gruppo, eseguiamo un test mentre i dati sono ancora in memoria e stabiliamo se sono comprimibili. Se non lo sono, li inviamo semplicemente alle unità disco. Se invece lo sono, li archiviamo in forma compressa sull'unità disco. In questo processo sono coinvolte anche altre funzioni di Data ONTAP, ma il funzionamento di base è questo.

Non abbiamo parlato molto della deduplica. Compressione e deduplica possono funzionare insieme?
Jay: Sì. La compressione è partner della deduplica e di altre tecnologie per l'efficienza dello storage. Gli utenti possono scegliere se eseguire la compressione, la decompressione o entrambe o nessuna delle due, su un volume NetApp o su una LUN.

Un vantaggio unico offerto da NetApp è la capacità di fornire un portafoglio integrato per l'efficienza dello storage, dove le tecnologie e le funzioni sono progettate per funzionare autonomamente o in sinergia, per risparmi ancora più potenziati. Il nostro obiettivo ultimo è utilizzare anche il più piccolo bit delle vostre risorse IT, contribuendo in tal modo a ridurre il TCO.

La compressione, abbinata ad altre tecnologie per l'efficienza come il thin provisioning, il RAID efficiente e la deduplica, minimizza la capacità disco necessaria per rispettare un determinato livello di servizio relativo al carico di lavoro. Ad esempio, come si vede nella tabella in basso, i risparmi che è possibile ottenere dall'uso combinato della deduplica e della compressione possono essere significativamente più elevati rispetto a quelli ottenibili con una sola delle due tecnologie. A quel punto diventa un compromesso tra un maggiore utilizzo della CPU e l'incremento dello spazio risparmiato.

  Percentuale di storage risparmiata con:
Tipologia di applicazione Solo compressione
(media)
Solo deduplica
(media)
Deduplica +
Compressione
(media)
File service:
home directory
50% 30% 65%
File service:
dati di engineering
55% 30% 75%
File service:
applicazioni geosismiche
75% 3% 75%
Servizi virtuali 55% 70% 70%
Database:
Oracle ERP
65% 0% 65%
Database:
(SAP)
70% 15% 70%
E-mail:
Exchange 2010
35% 15% 40%

Quale impatto devono aspettarsi gli utenti sulle performance?
Jay: poiché la compressione implica una maggiore elaborazione, un certo impatto è inevitabile. L'impatto effettivo dipende dal tipo di dati (comprimibilità) e dal carico del sistema in quel momento. Abbiamo sviluppato una serie di best practice per guidare i nostri clienti attraverso queste procedure di valutazione, aiutandoli in tal modo ad ottimizzare le proprie implementazioni.

I clienti troveranno la compressione particolarmente utile nello storage secondario per il backup e l'archiviazione, soprattutto se attingono al potenziale costituito dall'unione di deduplica e compressione.

Consideriamo ad esempio i database. Molti dei nostri clienti ci dicono che vorrebbero ridurre la quantità di storage necessaria per il backup dei propri database. I nostri test hanno dimostrato che utilizzando la compressione, seguita dalla deduplica, si ottiene un risparmio in termini di spazio fino al 70%. Sono molti gli utenti che scambierebbero volentieri l'aumento dell'utilizzo della CPU per il 70% di capacità risparmiata.

Quando abbiamo lanciato la deduplica diversi anni fa, avevamo un programma di accesso limitato solo per i primi utenti. Stiamo facendo lo stesso per la compressione?
Jay: Sì. Per richiedere una licenza di compressione, i nostri clienti devono seguire una procedura ben precisa. Innanzitutto valutiamo il loro ambiente e consigliamo loro le nostre best practice. In tal modo, possiamo essere certi che il caso in questione corrisponda alle capacità che possiamo offrire e non ci siano sorprese per nessuno.

In altre parole, vogliamo essere al fianco dei nostri utenti della compressione durante le prime fasi. In futuro, metteremo questa funzione a disposizione di tutti e non sarà necessaria alcuna valutazione speciale.

I clienti NetApp sono obbligati ad acquistare qualcosa per aggiungere la compressione?
Jay: No. La funzione di compressione è gratuita. La compressione è integrata nell'ultima versione di Data ONTAP.

Grazie, Jay. La nostra conversazione è stata davvero molto illuminante. Desideri aggiungere altro?
Jay: vedo molte analogie tra la deduplica quattro anni fa e la compressione adesso. Sebbene fossimo i primi a offrire la deduplica integrata in un controller di storage mainstream, l'abbiamo supportata per l'utilizzo nello storage primario in maniera graduale. Volevamo capire l'impatto e i vantaggi su un'ampia varietà di tipi di dati. Stiamo adottando la stessa cautela nell'immettere la compressione sul mercato e per le stesse ragioni di allora stiamo iniziando dallo storage secondario. Il nostro obiettivo è fare in modo che i nostri utenti possano prevedere i vantaggi che otterranno, nonché individuare le risorse necessarie per usufruire di tutte le nostre capacità in termini di efficienza di storage e utilizzarle in modo da massimizzare quei vantaggi al costo operativo più basso.

"Dal suo esordio, NetApp è diventata una società da 4 miliardi di dollari fornendo tecnologie quali Snapshot™, thin provisioning, volumi flessibili, deduplica, soluzione RAID-DP®, ecc., che permettono ai clienti di acquistare meno storage. Queste tecnologie vi aiuteranno a utilizzare meno storage. Il nostro impegno è sempre mirato all'innovazione e all'introduzione di nuove tecnologie che consentano alle persone di ridurre ulteriormente gli acquisti. La nostra azienda cresce e si afferma sempre di più perché offre valore ai suoi clienti. Quando aiutate i clienti a risparmiare denaro, saranno più propensi ad affidare i loro dati al vostro storage".
- Jay Kidd, NetApp

Sì, è vero, molti altri vendor offrono la compressione, ma nessuno di questi si avvicina anche solo lontanamente alle tecnologie per l'efficienza dello storage e la riduzione dei dati che noi offriamo sia per lo storage primario che secondario. Le offerte della concorrenza non sempre sono così perfettamente integrate, non hanno l'ampiezza e la profondità delle capacità complementari oppure agiscono solo a livello di file, il che ne limita l'applicazione. NetApp integra queste tecnologie direttamente in tutti i suoi sistemi di storage dei dati, per far sì che funzionino ovunque su file e blocchi di dati. Di conseguenza, non è necessaria un'appliance che richieda gestione e set di strumenti supplementari.

Quando abbiamo lanciato la deduplica abbiamo incontrato molto scetticismo. Però abbiamo dimostrato che la deduplica è l'ideale sullo storage primario per un'ampia gamma di carichi di lavoro e soprattutto se associata a VMware®. Oggi, NetApp è il fornitore leader della tecnologia di deduplica per sistemi, clienti e capacità dei singoli sistemi. Adotteremo lo stesso approccio con la compressione dei dati. Che si tratti di database o di qualsiasi altra applicazione, dimostreremo che la compressione software può essere applicata con successo a tutti i livelli di storage: primario, secondario e archiviazione.

Grazie Jay, per aver trovato il tempo di parlare con noi.

Se il vostro obiettivo è massimizzare l'efficienza del vostro ambiente IT, le tecnologie integrate e complementari per l'efficienza dello storage sono il vostro asso nella manica. Con l'IT efficiente, è possibile ridurre al minimo tempi, sforzi e risorse legati all'odierno utilizzo dell'IT, liberando le risorse necessarie per investire nel futuro.

Ulteriori informazioni sulla compressione sono disponibili nella sezione dedicata alla famiglia di tecnologie per l'efficienza dello storage NetApp.

Se non l'avete ancora fatto, visionate il nostro materiale informativo su come costruire un ambiente IT flessibile, pronto per il futuro, basato su una infrastruttura IT condivisa.