Il 65% delle medie imprese europee non è abbastanza difeso contro la perdita di informazioni

Milano, 10 settembre 2007 - Network Appliance, Inc. (NASDAQ: NTAP), fornitore leader di soluzioni di storage e data management, ha condotto uno studio a livello pan europeo, coinvolgendo 1.000 responsabili IT in 8 nazioni, tra cui l'Italia, per conoscere il modo in cui le medie imprese gestiscono le informazioni aziendali e come si preparano ad affrontare i nuovi scenari. Secondo i risultati dello studio, le organizzazioni europee non sono ben preparate per fronteggiare le possibili perdite di dati e, quindi, anche la sicurezza delle informazioni è a rischio.

Ecco alcuni dei principali risultati dello studio:
  • Oltre la metà dei responsabili IT europei prevede per il prossimo anno una crescita di oltre il 20% della necessità di sistemi di data storage;
  • L'aumento del flusso di documenti tra le organizzazioni è la causa principale, in particolare per le amministrazioni pubbliche e le aziende commerciali;
  • Negli ultimi anni, il tasso di crescita maggiore per i sistemi di storage è stato registrato in Svezia, Germania e Spagna;
  • Le organizzazioni francesi sono le più esposte ai rischi di perdita di dati;
  • L'85% delle aziende considera anche l'impatto sull'ambiente tra i fattori di scelta dei sistemi ICT.
Lo studio pan europeo è stato realizzato negli scorsi mesi di luglio e agosto dalla società indipendente di ricerca Redshift Research, con sede nel Regno Unito. Lo studio ha coinvolto 1.000 responsabili IT (di cui 170 italiani) di aziende di medie dimensioni (con un numero di dipendenti tra 100 e 1000), operanti in diversi settori industriali distribuite in UK, Francia, Germania, Italia, Spagna, Svizzera, Svezia e Olanda.

Forte crescita nelle necessità di data storage
Lo studio mostra come oltre la metà dei responsabili IT europei preveda per i prossimo anno una crescita di oltre il 20% nella richiesta di capacità di memorizzazione. Solo l'1% pensa invece a una contrazione. La crescita maggiore per l'anno passato si è registrata in Svezia, Germania e Spagna, nelle organizzazioni con oltre 500 dipendenti. Sempre nel 2006, la necessità di storage è cresciuta più della media nelle amministrazioni pubbliche e nella sanità. Il motivo principale di questo incremento è la rapida crescita nel flusso dei documenti, specialmente in Svezia, Germania e Svizzera. Altri due importanti motivi sono l'aumento sia del numero degli utenti, sia del traffico di posta elettronica.

Il 65% delle organizzazioni non è preparato adeguatamente contro eventuali perdite dei dati
L'indagine afferma che circa i due terzi delle organizzazioni non sono sufficientemente preparati per far fronte a possibili perdite di dati; in effetti, il 5% risulta totalmente indifeso, mentre il restante 60% si sta muovendo per prepararsi ad affrontare il problema o sta migliorando le sue difese.

I settori più impreparati risultano gli enti pubblici, i servizi sanitari, i fornitori di servizi finanziari e le aziende che operano nel settore delle utility. La Francia risulta essere in testa alla classifica generale del rischio con solo il 12% di organizzazioni sufficientemente preparate.

Molte organizzazioni hanno una strategia di backup e recovery basata su una combinazione di nastri e dischi. L'uso del solo nastro è più diffuso in Germania e Svizzera; in Spagna e Olanda, al contrario, vengono preferiti i dischi. Le pubbliche amministrazioni sono in grande ritardo perché oltre un quarto di esse utilizza ancora solo i nastri.

Tenere il ritmo della tecnologia, ecco la sfida di oggi

Le organizzazioni si trovano di fronte a diversi problemi nel gestire adeguatamente la capacità di storage. Senz'altro è importante mantenersi aggiornati rispetto agli sviluppi offerti dalla tecnologia: questo rappresenta il problema maggiore in Francia, Germania e Italia. Altri fattori di rilievo sono trovare le persone giuste e sviluppare un'infrastruttura semplice da utilizzare. Le necessità di intervento esterno per la costruzione e la gestione di questa infrastruttura vengono risolte in modo diverso nei vari Paesi. Germania e Olanda si rivolgono di preferenza ai system integrator, mentre Svezia e UK fanno riferimento ai rivenditori; in Italia e in Svizzera, invece, si ricorre a consulenti esterni.

L'ambiente ha un peso rilevante nelle decisioni di acquisto di un sistema ICT
L'85% degli intervistati afferma che l'ambiente influenza in qualche modo le decisioni di acquisto dei sistemi ICT; per circa un terzo dei casi, anzi, l'ambiente è un indicatore molto importante. Questo argomento risulta sorprendentemente meno sentito in Olanda e in Germania.

Inoltre, per il 38% degli intervistati è molto importante che l'hardware dei sistemi storage consumi meno elettricità e richieda meno raffreddamento. Svizzera e Svezia sono le nazioni che considerano questo aspetto il meno importante.

A proposito di Network Appliance
Network Appliance è leader mondiale nelle soluzioni storage unificate, rivolte alle aziende caratterizzate da un utilizzo intensivo dei dati. Sin dal suo ingresso nel mercato nel 1992, Network Appliance fornisce soluzioni in termini di tecnologia, prodotto e partnership, che continuano a guidare l'evoluzione dello storage. Ulteriori informazioni sulle soluzioni e i servizi Network Appliance sono disponibili al sito: www.netapp.it .

Per ulteriori informazioni ai giornalisti:

Giuseppe Turri
Attitudo
Tel. 02.33.00.03.18/9 o
335.73.90.945
Email: giuseppe.turri@attitudo.it
Bastiaan van Amstel
Network Appliance
+31.20.639.4173
Email: bastiaan@netapp.com