Con la tecnologia a stato solido NetApp offre ai clienti maggior risparmio e migliori prestazioni

Prodotti e soluzioni per il recupero dell’efficienza a parità di costi. Lo dimostrano i risultati dei test SPECsfs2008® appena condotti: fino al 54% di risparmio nei consumi elettrici!

Milano, 03 febbraio 2009 -- NetApp (www.netapp.com/it) annuncia oggi due significativi passi avanti nella sua strategia volta ad abbassare i costi e ad aumentare le prestazioni dell'IT, grazie all'utilizzo delle memorie a stato solido utilizzate per le memorie cache dei dischi e dei controller. Nello stesso tempo, NetApp comunica che i sistemi V-Series suportano anche gli array allo stato solido (SSD) Texas Memory Systems RamSan-500 e presenta i risultati dei nuovi benchmark standard per i moduli PAM - Performance Acceleration Module.

NetApp supporta gli array SSD ad alte prestazioni con la famiglia V-Series
Nell'offerta NetApp, V-Series identifica un controller open storage che include in un'unica architettura sistemi di memorizzazione di NetApp e di altri fornitori - inclusi EMC, IBM, HP, HDS e Texas Memory Systems - in modo da consolidare dati aziendali di importanza vitale e semplificare drasticamente la gestione dello storage. Oggi gli utenti di NetApp possono esaltare le prestazioni della famiglia V-Series con gli array RamSan-500, in modo da usare le memorie flash come storage non volatile e soddisfare in modo economico le necessità delle applicazioni più esigenti in termini di prestazioni. NetApp V-Series e Texas Memory Systems offrono i vantaggi congiunti del sistema operativo NetApp Data ONTAP® e dello storage SSD per aumentare le prestazioni applicative, assicurando al contempo un ambiente operativo avanzato grazie a funzionalità quali il thin provisioning, le copie Snapshot™ e la deduplica.

"Texas Memory Systems porta in dote ai clienti NetApp oltre trent'anni di esperienza nella tecnologia SSD per le grandi imprese," ha dichiarato Woody Hutsell, executive vice president, Texas Memory Systems. "Ora, i nostri clienti possono impiegare i nostri SSD con la miglior piattaforma per l'efficienza dello storage, la gestione dei dati e le capacità di protezione garantite da NetApp. Insieme, stiamo proponendo ai nostri clienti la più potente combinazione della tecnologia avanzata SSD con le più avanzate caratteristiche dei sistemi NetApp, in modo da garantire funzionamento e sicurezza anche delle più critiche."

Il modulo Performance Acceleration di NetApp fa aumentare l'efficienza e le prestazioni
Con il Performance Acceleration Module, i clienti possono impiegare la tecnologia a stato solido (attualmente una DRAM) come cache modulare di lettura nei controller per lo storage, in modo da rendere più efficienti le principali piattaforme di storage e, quindi, le applicazioni più diffuse in azienda.

I recenti risultati dei nuovi benchmark SPECsfs2008® per i sistemi di storage FAS3140 con il Performance Acceleration Module mettono in evidenza i seguenti vantaggi per gli ambienti data center:

  • Aumento dell'efficienza e riduzione dei costi. I clienti possono ottenere gli stessi livelli di flusso di dati riducendo fino alla metà le necessità di dischi (HDD), abbattendo così questi costi fino al 27%, ridurre le necessità di spazio del 44% e diminuire i consumi elettrici del 47-54%.
  • Impiego dei drive SATA come storage primario. I clienti possono risparmiare spazi significativi, aumentando del 75% la capacità dei sistemi di storage grazie all'impiego dei dischi SATA a densità maggiore dei Fibre Channel, che fino a oggi erano una scelta obbligata per gli ambienti di primary storage.
  • Miglioramento dei tempi di risposta. In una configurazione di dischi Fibre Channel con un solo Performance Acceleration Module, i tempi complessivi di risposta possono migliorare del 35% grazie al dimezzamento del numero di drive necessari.

La dimostrazione dei vantaggi che i clienti possono ottenere mediante l'impiego del Performance Acceleration Module è un ulteriore argomento a favore della strategia di NetApp volta a utilizzare la tecnologia a stato solido in modi innovativi e pone le basi per lo sviluppo di prodotti simili, basati su memorie flash a densità ancora maggiore.

Il modulo Performance Acceleration garantisce agli utenti una crescita a costi ragionevoli, senza la necessità di investire in ampliamenti fisici dei data center e senza incidere sui costi energetici. In questo modo si superano gli attuali limiti delle politiche di aumento del flusso dei dati, che spesso si riducono nell'acquisto di ulteriori unità disco che non fanno altro che consumare altro spazio ed energia, fornendo capacità aggiuntiva non strettamente necessaria. Il PAM infatti viene inserito direttamente in un controller già esistente, col risultat immediato di migliorare i tempi di risposta delle applicazioni e di aumentare il flusso dei dati senza l'aggiunta di ulteriori unità disco. Si possono unire fino a cinque moduli per realizzare una cache di più ampie dimensioni, in modo da calibrare opportunamente le prestazioni in funzione delle necessità applicative. Tutto ciò senza consumare spazio aggiuntivo e con un consumo energetico del 95% inferiore a quello di uno shelf di dischi Fibre Channel. Utilizzando il Performance Acceleration Module insieme a un controller V-Series, i clienti possono ottenere i vantaggi fin qui elencati continuando a utilizzare lo storage già esistente, anche di terze parti.

"NetApp sta completando la sua strategia volta a offrire agli utenti scelte innovative grazie all'uso esteso delle tecnologie SSD e flash," afferma Antonio Lupo, responsabile marketing di NetApp Italia. "La nostra collaborazione con Texas Memory Systems offre ai nostri clienti il meglio dei due mondi, le tecnologie SSD più avanzate e le capacità ineguagliate di gestione efficiente dello storage, per abbassare significativamente i costi delle infrastrutture IT. L'impiego del Performance Acceleration Module è un'ulteriore opportunità per aumentare le prestazioni e l'efficienza con un investimento ridotto, arrivando a sfruttare a pieno il potenziale dello storage già installato."

Per ulteriori informazioni sui risultati del benchmark SPECsfs2008 qui descritti, è possibile consultare: http://spec.org/sfs2008/results/sfs2008nfs.html.

Prezzi e disponibilità
I prezzi dei prodotti qui descritti sono disponibili presso la rete commerciale di NetApp. Il Performance Acceleration Module e il supporto per Texas Memory Systems' RamSan-500 SSD sono già in distribuzione.

Entrando nella Community NetApp: http://www.netapp.com/communities/, è possibile discutere questa notizia e contribuire allo scambio di idee con altri utenti e con il personale di NetApp. Partecipate alla nostra passione per andare avanti, più rapidamente.

A proposito di Texas Memory Systems (www.texmemsys.com)
Texas Memory Systems progetta e realizza sistemi di storage a stato solido per migliorare le prestazioni delle applicazioni aziendali. La linea di prodotti RamSan, nota come The World's Fastest Storage®, assicura soluzioni veloci, affidabili ed economiche a una vasta base di imprese ed enti pubblici in tutto il mondo. Fondata nel 1978, Texas Memory Systems continua a progettare e migliorare il futuro della tecnologia a stato solido.

A proposito di NetApp (www.netapp.com/it)
NetApp crea innovative soluzioni storage e di gestione dei dati che consentono di accelerare il business e di ottenere migliore efficienza economica. Scopri su www.netapp.com/it la nostra passione per aiutare le aziende di tutto il mondo ad andare oltre, più velocemente.

Per ulteriori informazioni ai giornalisti:

Giuseppe Turri
Attitudo
Tel:0362 17 96 450 o 335 73 90 945
Email: giuseppe.turri@attitudo.it
Antonio Lupo
NetApp Italia
Tel: 02 74 87 56 031
Email: antonio.lupo@netapp.com