NetApp è la prima società ad annunciare il supporto nativo per il protocollo Fibre Channel over Ethernet

Nello stesso momento è disponibile anche il supporto del nuovo switch Cisco Nexus 5020.

Milano, 20 ottobre 2008 -- NetApp (www.netapp.com/it) annuncia oggi che sarà il primo fornitore di storage a offrire soluzioni di storage SAN native per Fibre Channel over Ethernet (FcoE). Questa capacità di supporto estende l'architettura unificata di storage di NetApp, consentendo ai clienti di soddisfare nel modo migliore le crescenti necessità richieste dal business aziendale, cogliendo al contempo le migliori opportunità, grazie alle possibilità di accedere in modo flessibile a tutti i protocolli. NetApp ha partecipato attivamente allo sviluppo e al coordinamento dell'ecosistema dello standard FcoE, che ha recentemente raggiunto un altro importante traguardo, passando dalla fase di sviluppo a quella di review all'interno dell'iter previsto dagli standard T11.

In qualità di leader nello storage su reti Ethernet, NetApp offre soluzioni che assicurano ai responsabili e agli utenti dei data center le migliori prestazioni e la possibilità di progettare e realizzare infrastrutture IT scalabili in ambienti virtualizzati. Lo standard FCoE fa approdare la tecnologia Fibre Channel nell'ambiente Ethernet, combinando così due delle componenti principali del mondo IT di oggi, per garantire ai clienti il massimo di possibilità per la connettività SAN e il networking, in modo da semplificare le operazioni IT e aumentare la produttività dello staff tecnico. Grazie al supporto di FcoE come parte integrante della sua architettura integrata di storage, NetApp aiuta i propri clienti a essere pronti ad adottare i cambiamenti più interessanti in modo da rispondere alle necessità strategiche delle loro aziende. L'architettura unificata consente agli utenti di sfruttare i vantaggi dello stesso software e dei medesimi strumenti di gestione per gli ambienti Fibre Channel SAN e FcoE, incrementando così la flessibilità e la semplicità d'uso.

Il supporto di prodotti di networking realizzati da partner come Cisco, Emulex e QLogic aumenta la capacità dell'azienda di fornire le tecnologie più adeguate per la crescita dei data center, in modo da consolidarne lo sviluppo, proteggere gli investimenti attuali in storage SAN e progettare la transizione di queste infrastrutture nel tempo. La semplificazione dei data center porta a risparmi tangibili nei consumi energetici e all'aumento dell'efficienza.

NetApp supporta lo switch Cisco Nexus 5020
Inoltre, NetApp annuncia oggi il supporto dello switch Cisco Nexus 5020, che amplia ulteriormente le possibilità di semplificare l'infrastruttura dei data center stessi e dà ulteriore impulso alle soluzioni Fibre Channel. La serie Nexus 5000 è stata progettata sia per i data center che stanno migrando alla tecnologia 10-Gigabit Ethernet, sia per quelli pronti a installare una struttura unificata. Lo switch Nexus 5020 sarà disponibile da novembre. "Cisco condivide con NetApp l'obiettivo di fornire soluzioni di storage networking in grado di aumentare la flessibilità del business delle aziende clienti, riducendo i costi e i consumi", afferma Jackie Ross, vice presidente Marketing della business unit Server Access e Virtualization di Cisco. "L'introduzione del FCoE sul mercato aiuterà a creare i data center della prossima generazione: agili, affidabili ma allo stesso tempo più produttivi."

"Mentre i data center stanno evolvendo verso architetture convergenti di rete, Emulex sta lavorando a stretto contatto con i partner del proprio ecosistema come NetApp per fornire soluzioni basate su FcoE che supportino adeguatamente la virtualizzazione dei server e il consolidamento dello storage," dichiara Taufik Ma, vice presidente Product Marketing, di Emulex Corporation. "I nostri Converged Network Adapters FcoE dimostrano sul campo tutte le potenzialità della tecnologia Fibre Channel assicurando la riduzione dei costi e della complessità dei data center e la protezione degli investimenti nelle attuali infrastrutture SAN."

"Con l'annuncio del primo storage nativo, NetApp ha raggiunto un traguardo fondamentale per la tecnologia FcoE. QLogic e NetApp hanno lavorato a stretto contatto per oltre un anno per portare con successo ai clienti il primo prodotto FcoE," sottolinea Amit Vashi, vice presidente Marketing, QLogic Host Solutions Group. "I prodotti CNA QLogic della serie 8000 combinati con lo storage nativo FcoE di NetApp, consentiranno di capitalizzare i benefici della convergenza tra data e storage di rete senza sacrificare gli attuali investimenti negli strumenti di gestione Fibre Channel SAN."

"Le aziende clienti stanno progettando oggi la transizione verso data center convergenti e la tecnologie FcoE giocherà un ruolo di primo piano in questa migrazione," afferma Patrick Rogers, vice presidente Solutions Marketing di NetApp. "La crescente attenzione ai costi e quindi anche alla riduzione dei budget IT trova nella convergenza dei data center un prezioso alleato per ridurre spese e richieste di spazio. Come leader nella tecnologia FcoE, NetApp sarà in prima linea per aiutare i clienti a trarre il massimo vantaggio dalla crescente efficienza e dalla semplificazione della gestione dei loro data center."

Per ascoltare Jeff O'Neal, senior director Data Center Solutions di NetApp, che discute le soluzioni Ethernet, compresa FCoE, collegatevi al podcast NetApp TechTalk www.netapp.com/us/company/events/techtalk/podcasts.html.

A proposito di NetApp (www.netapp.com/it)
NetApp crea innovative soluzioni storage e di gestione dei dati che consentono di accelerare il business e di ottenere migliore efficienza economica. Scopri su www.netapp.com/it la nostra passione per aiutare le aziende di tutto il mondo ad andare oltre, più velocemente.

Per ulteriori informazioni ai giornalisti:

Giuseppe Turri
Attitudo
Tel:0362 17 96 450 o 335 73 90 945
Email: giuseppe.turri@attitudo.it
Antonio Lupo
Network Appliance
Tel: 02 74 87 56 031
Email: antonio.lupo@netapp.com