Tech OnTap di NetApp Logo NetApp
Tech OnTap di NetApp
     
Back to Basics: SnapProtect

Questo articolo è la settima parte di Back to Basics, serie di articoli dedicati agli aspetti fondamentali delle più diffuse tecnologie NetApp®.

Un importante motivo alla base della scelta dello storage NetApp da parte dei team IT è la possibilità di utilizzare tecnologie di protezione integrata dei dati come le copie Snapshot™, la replica di SnapMirror® e il backup disk-to-disk di SnapVault®. Queste funzionalità consentono di velocizzare e di semplificare drasticamente il backup e la replica ai fini del disaster recovery e di altre attività.

Eppure abbiamo verificato la necessità di una ancor più profonda integrazione con le applicazioni di backup, soprattutto per coloro che devono includere il nastro nei propri ambienti di backup.

Circa un anno fa, NetApp ha presentato il software di gestione SnapProtect®, che offre queste e altre funzionalità. NetApp ha collaborato con CommVault per integrare i principali componenti di CommVault® Simpana® con le tecnologie fondamentali di NetApp. Questa combinazione assicura tutti i vantaggi che ti aspetteresti dalle copie Snapshot, da SnapMirror e da SnapVault, con l'aggiunta di ulteriori vantaggi:

  • rende più veloci le operazioni di backup e ripristino;
  • supporto completo del nastro;
  • catalogazione delle copie Snapshot, delle repliche e del nastro;
  • supporto integrato per VMware®, Hyper-V® e per altre applicazioni diffuse;
  • provisioning automatizzato dello storage secondario;
  • configurazioni a cascata e fan-out;
  • retention e scheduling flessibili;
  • reporting;
  • semplice gestione di tutte le funzionalità attraverso un unico pannello di controllo.

Questo capitolo della serie Back to Basics descrive l'implementazione di SnapProtect di NetApp, i casi di utilizzo più diffusi, le best practice per l'implementazione di SnapProtect e molto altro ancora.

Come viene implementato SnapProtect

SnapProtect utilizza vari componenti. Molti di questi componenti sono note tecnologie NetApp come:

  • copie Snapshot;
  • replica SnapMirror;
  • SnapVault per il backup disk-to-disk;
  • tecnologia FlexClone® per il cloning e l'indicizzazione;
  • tecnologia SnapRestore® per il ripristino rapido di interi volumi e singoli file;
  • software OnCommand® (ex-NetApp Operations Manager) per il provisioning e la replica.

Inoltre, SnapProtect integra componenti per la catalogazione, il coordinamento, la gestione e così via.

  • SnapProtect Server. Esegue Windows®, Microsoft® SQL Server® e software di gestione
  • MediaAgent. Server aggiuntivi che aiutano a distribuire i carichi di lavoro per la protezione dei dati durante le operazioni di SnapProtect
  • iDataAgent (iDA). Agenti software installati sui client di backup che garantiscono l'uniformità dei dati durante le operazioni di backup

Panoramica delle operazioni di SnapProtect.

Figura 1) Panoramica delle operazioni di SnapProtect.

Numerose operazioni di SnapProtect iniziano con la creazione di una snapshot sullo storage primario. Ciò avviene velocemente. Si crea così un primo livello di protezione dei dati. Ciascuna snapshot viene avviata da SnapProtect in base alle pianificazioni stabilite. La Snapshot completa viene indicizzata nel database di SnapProtect.

Quindi, nell'imminenza di un'attività di SnapVault o SnapMirror, SnapProtect trasferisce il controllo al server di NetApp OnCommand per eseguire il provisioning dello storage secondario necessario in base al pool di risorse e alle policy di provisioning assegnate a SnapProtect. OnCommand crea poi i set di dati, esegue il provisioning dei volumi necessari e avvia i trasferimenti baseline (dataset di partenza) dal primario al secondario.

Se occorre una copia su nastro, SnapProtect offre tre opzioni, due delle quali indicizzabili nel catalogo di SnapProtect (vedere Tabella 1).

Tabella 1) Opzioni per il nastro.

Opzione iDataAgent Indicizzato? Note
Dump NDMP NetApp NAS NDMP iDA  
SMTape
(SnapMirror su nastro)
NetApp NAS NDMP iDA No Software Data ONTAP® 8.0.1 e versioni successive
Streaming via
media agent
Tutti gli altri iDA  

SnapProtect supporta diversi tipi di dati

Le specifiche di funzionamento di SnapProtect variano in base ai tipi di dati protetti.

Dati delle NAS. Se si crea una copia Snapshot dei dati delle NAS, SnapProtect esegue una semplice indicizzazione del contenuto della snapshot attraverso l'API di SnapDiff, che restituisce un elenco dei file modificati (creati, modificati o eliminati) rispetto all'ultima Snapshot.

Per i dati delle NAS, è possibile ripristinare directory, file e qtree oppure ripristinare la versione precedente di un intero volume attraverso SnapRestore. Se il file da ripristinare si trova in una copia Snapshot dello storage primario, viene utilizzato Single File SnapRestore (SFSR); per i ripristini dallo storage secondario viene utilizzata, invece, un'operazione di copy-back.

Dati delle LUN. Per eseguire un'operazione di SnapProtect sui dati delle LUN è necessario installare un iDA sull'host che accede alla LUN. Ciò è dovuto al fatto che l'host è al corrente del formato dei dati in scrittura. Ad esempio, l'iDA del file system di Windows è in grado di leggere il formato NTFS.

Il file system viene disattivato (utilizzando il Servizio di copia volume shadow sugli host Windows) prima di creare la snapshot. Per l'indicizzazione dei contenuti all'interno della LUN vengono creati e utilizzati cloni delle LUN.

Dati delle applicazioni. Ciascuna applicazione dispone di un proprio iDA sull'host dell'applicazione. L'iDA prepara il database per il backup prima della creazione di una snapshot NetApp. Le opzioni di ripristino variano in base all'applicazione che si sta proteggendo. Le applicazioni supportate sono indicate nella tabella 2. Nota: il backup e il ripristino dei dati delle applicazioni attraverso SnapProtect NON sfrutta prodotti NetApp SnapManager®.

Tabella 2) Applicazioni supportate.

Applicazione Supporto
Microsoft Exchange Windows
Microsoft SQL Server Windows
Microsoft SharePoint® Windows
DB2 UNIX® e Linux®
Oracle® (compreso RAC) UNIX e Linux
SAP® su Oracle UNIX e Linux

Dati delle macchine virtuali. Una delle funzionalità principali di SnapProtect consiste nella possibilità di proteggere rapidamente molte macchine virtuali senza installare un agente in ciascuna di esse. Inoltre, SnapProtect può indicizzare il contenuto di ciascuna macchina virtuale con diversi livelli di ripristinabilità, fra cui il ripristino di un singolo file. Per ulteriori informazioni sui vantaggi di SnapProtect negli ambienti virtuali, leggi questo recente white paper.

Il software SnapProtect utilizza un server agent virtuale (VSA) eseguito sul media agent designato per la protezione dell'ambiente virtuale, in modo da gestire la protezione dei dati per gli ambienti virtuali. In VSA vengono create istanze che definiscono il tipo di soluzione di virtualizzazione da utilizzare.

È possibile definire regole di discovery per aggiungere e proteggere automaticamente nuove macchine virtuali. Ad esempio, la regola di discovery "Datastore Affinity" protegge automaticamente le nuove macchine virtuali contenute in archivi dati specifici.

Casi di utilizzo

Fra diversi casi di utilizzo possibili, le NAS, gli ambienti virtuali e il backup e ripristino delle applicazioni sono quelli ideali per SnapProtect. Questo tool ti offre una catalogazione completa e una semplice interfaccia per i ripristini, dotata di funzionalità di ricerca con caratteri jolly per identificare e ripristinare più rapidamente i file richiesti. Grazie all'integrazione della replica e della gestione del nastro, è possibile gestire gran parte delle esigenze di protezione dei dati attraverso un singolo pannello di controllo.

VMware. Per il backup e il ripristino di VMware, SnapProtect comunica con vSphere® attraverso VSA, creando snapshot VMware prima delle Snapshot NetApp. Il prodotto supporta il recupero dei singoli file e il live-browse per le macchine virtuali Windows, in modo da ripristinare singoli file all'interno di una macchina virtuale. È possibile utilizzare Single File SnapRestore (SFSR) per i VMDK memorizzati in archivi dati NFS per velocizzare il ripristino di un'intera macchina virtuale.

Come descritto in precedenza, è possibile eseguire il backup delle applicazioni attraverso un agente di applicazione (iDA), ma solo per le applicazioni non installate nei VMDK. È possibile ottenere un backup coerente sospendendo Exchange e SQL Server tramite VMware VSA, ma solo nel caso in cui tali prodotti siano installati in VMDK.

Hyper-V. È necessario utilizzare VSS per il backup di una macchina virtuale Windows online. Con Windows 2000 occorre invece che la macchina virtuale sia offline. È supportato il ripristino dei file singoli per le macchine virtuali Windows e Linux.

A cascata e fan-out

Oltre alla protezione di specifici tipi di dati, un altro importante caso di utilizzo di SnapProtect è il supporto delle configurazioni a cascata e fan-out, che consentono di raggiungere in maniera ancora più semplice gli obiettivi di conformità, disaster recovery e protezione dei dati.

Queste opzioni di configurazione consentono di automatizzare la creazione di copie di backup e/o mirror in base alle necessità. Ad esempio, è possibile attivare un mirroring verso un sito remoto, per poi creare un vault verso quel sito (o un terzo sito) per la cronologia di backup. Puoi creare anche un vault locale e copiarlo in mirroring in una sede remota per ottenere copie complete dei backup più importanti sia a livello locale che remoto. Le opzioni disponibili sono praticamente infinite. Puoi aggiungere il backup su nastro in qualsiasi punto della cascata o del fan out (primario, secondario, locale, remoto) in modo da ottenere copie proprio dove occorrono.

Panoramica delle operazioni di SnapProtect.

Figura 2) SnapProtect supporta configurazioni a cascata e fan-out.

Utilizzo di SnapProtect

Per iniziare a utilizzare SnapProtect, sullo storage primario deve girare Data ONTAP 7.2.6 o versione successiva oppure Data ONTAP 8.0.1 o versione successiva. La licenza del software occorre soltanto per i sistemi storage primari. Tuttavia, con la configurazione MetroCluster™ (supportata) è necessaria una licenza di SnapProtect per entrambi i nodi. In maniera analoga, se utilizzi SnapMirror per il mirroring verso un sito di disaster recovery e vorresti essere in grado di usare SnapProtect presso tale sito dopo un failover, devi avere una licenza di SnapProtect anche per esso.

Oltre alla licenza di SnapProtect, ti serviranno licenze valide per gli altri prodotti utilizzati da SnapProtect sia nello storage primario sia nel secondario. Stiamo parlando di SnapMirror e/o SnapVault, FlexClone e SnapRestore. Ti servirà una licenza anche per il server OnCommand.

Scheduling e retention

Le policy flessibili di scheduling e retention sono un altro punto di forza di SnapProtect. È possibile creare singoli schedule o policy in grado di raggruppare diversi schedule. Oltre ai backup, è possibile pianificare anche operazioni come i ripristini e le installazioni dei client.

In SnapProtect sono disponibili due tipi di regole di retention. Le regole di retention di base valgono per tutti i backup. Le regole di retention estese valgono per retention più a lungo termine, come i backup completi settimanali, mensili e annuali, e offrono la flessibilità necessaria a soddisfare una vasta gamma di requisiti di business. Queste regole vengono configurate nelle policy di storage e impostate separatamente per le copie Snapshot primarie, per le copie di vault e per quelle su nastro. Con copie mirror non è possibile utilizzare impostazioni specifiche di retention poiché erediteranno la medesima regola della copia primaria.

Per ulteriori informazioni utili a iniziare a utilizzare SnapProtect, consulta il NetApp Technical Report 3920: NetApp SnapProtect Management Software: Overview and Design Considerations. Puoi anche seguire la discussione su SnapProtect nelle community NetApp e porre domande.

SnapProtect e altre tecnologie NetApp

SnapProtect è compatibile con molte altre tecnologie NetApp, comprese le più diffuse tecnologie di efficienza dello storage come la deduplica, il thin provisioning e la compressione.

Tuttavia, SnapProtect non può coordinare direttamente queste tecnologie. Ad esempio, è possibile abilitare e gestire la deduplica secondaria con SnapProtect, ma non la compressione. La compressione deve essere gestita in maniera separata.

Cluster-Mode. Al momento, il supporto di SnapProtect per i sistemi storage in Cluster-Mode è limitato al nastro.

SnapMirror per qtree. SnapProtect può utilizzare SnapMirror per volumi in modalità asincrona per la replica, ma non SnapMirror qtree. Per utilizzare SnapMirror qtree, occorre una gestione separata.

Conclusioni

Il software SnapProtect di NetApp è un importante tool di protezione dei dati con funzionalità di catalogo e supporto del nastro. Avrai così un unico framework di gestione per creare e gestire le Snapshot locali, la replica (con SnapVault o SnapMirror) sullo storage secondario e lo spostamento sul nastro. SnapProtect è una soluzione ideale per i team IT che hanno al loro interno un gruppo dedicato al backup di diversi ambienti (applicazioni, fisico, virtuale).

Per ulteriori informazioni su SnapProtect di NetApp, consulta l'articolo TR-3920: NetApp SnapProtect Management Software: Overview and Design Considerations. Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di SnapProtect per la protezione degli ambienti virtuali, consulta l'articolo WP-7131: Accelerate Backup and Recovery in Virtual Server Environments with NetApp SnapProtect.

 Vuoi condividere le tue opinioni su SnapProtect?

La community NetApp online ti consente di porre domande, scambiare idee e condividere commenti.

Chris Blackwood
Technical Marketing Engineer
NetApp


Chris vanta oltre 18 anni di esperienza nel settore IT. Prima di entrare in NetApp oltre quattro anni fa, si occupava di soluzioni di protezione dei dati come SnapVault e Open Systems SnapVault. Adesso è responsabile di tutti gli aspetti legati a SnapProtect, comprese le attività di contatto con il settore tecnico e il product management di CommVault.


Tech OnTap
Iscriviti subito
Tech OnTap presenta ogni mese approfondimenti sull'IT, best practice basate su esperienze reali, suggerimenti e tool, interviste "dietro le quinte" con gli esperti, demo, recensioni degli utenti e molto altro ancora.

Per iscriverti subito, visita la sezione Tech OnTap della community NetApp.

Esplora
Esplora
Gli altri Back to Basics

Apprendi le nozioni di base sulle principali tecnologie NetApp leggendo gli altri capitoli di questa serie:


Tecnologia di protezione dei dati NetApp: collaborazione con altri partner

Oltre a collaborare con CommVault allo sviluppo di SnapProtect, NetApp lavora con altri partner di backup per rendere accessibili le funzionalità di protezione dei dati NetApp anche dai loro prodotti:

Esplora
 
TRUSTe
Contatti   |   Come acquistare   |   Commenti   |   Opportunità di lavoro  |   Iscrizioni   |   Informativa sulla privacy   |   © 2012 NetApp