Tech OnTap di NetApp Logo NetApp
Tech OnTap di NetApp
     
ExpressPod
David Klem
Sr. Reference Architect
Michael Zimmerman
Reference Architect

Anche se la piattaforma per data center FlexPod® di NetApp e Cisco ha avuto un incredibile successo, sapevamo che serviva qualcosa di leggermente diverso per gestire le esigenze delle piccole e medie imprese. Le aziende di questa fascia sono molto attente ai costi e spesso dispongono di poco personale IT per gestire le principali infrastrutture del data center.

ExpressPod è una soluzione infrastrutturale progettata nello specifico per scenari caratterizzati da carichi di lavoro più contenuti e competenze IT limitate. FlexPod è progettato in funzione della scalabilità e della flessibilità, mentre ExpressPod è stato sviluppato soprattutto in funzione della convenienza e della semplicità di implementazione e gestione. A tal fine, ExpressPod offre due configurazioni standard e testate con un ecosistema aperto di software per la gestione dell'infrastruttura in grado di ottimizzare la gestione.

A giudicare dalla reazione all'annuncio tenutosi al VMworld Europe di Barcellona del 10 ottobre, NetApp e Cisco hanno azzeccato la formula. Davvero molti partner hanno chiesto maggiori informazioni sul prodotto.

In questo articolo daremo uno sguardo approfondito a ExpressPod, indicandone il posizionamento, le principali componenti e il momento migliore per adottarlo.

La nueva solución de centro de datos ExpressPod de NetApp y Cisco se expone en VMworld en Barcelona.

Figura 1) La nuova soluzione per data center ExpressPod di NetApp e Cisco in mostra al VMworld di Barcellona, Spagna.

Posizionamento di ExpressPod

ExpressPod è stato progettato soprattutto per aziende con meno di 500 dipendenti. Le imprese più piccole hanno bisogno di un insieme di funzionalità simili a quelle di FlexPod, ma non possono prescindere dal risparmio e dalla gestibilità, soprattutto se dispongono di una sola persona o comunque di poco personale per la gestione dell'IT.

Le piccole e medie imprese in crescita devono migliorare l'efficienza IT riducendo anche costi e complessità. Abbiamo progettato ExpressPod per aiutarti a consolidare applicazioni come e-mail, collaboration, content management e via dicendo su una singola piattaforma. Grazie all'architettura integrata e ai processi semplificati offerti da ExpressPod, potrai gestire in maniera più efficace le tue risorse IT e semplificare il passaggio a un ambiente condiviso e virtualizzato.

Inizialmente, ExpressPod è stato testato fino a livello di hypervisor con VMware® vSphere® 5. Con il tempo, convalideremo ExpressPod con altri hypervisor e con numerosi carichi di lavoro, dando priorità alle applicazioni di riferimento per i mercati a cui si rivolge ExpressPod.

I vantaggi di ExpressPod

ExpressPod semplifica l'implementazione di un'infrastruttura condivisa. I componenti vengono integrati e standardizzati per offrire un'implementazione rapida, ripetibile e coerente, oltre che per eliminare gran parte delle congetture quando si parla di:

  • Procurement delle risorse
  • Dimensionamento e pianificazione della capacità
  • Passaggio alla virtualizzazione
  • Provisioning e operazioni

I vantaggi di ExpressPod comprendono:

  • Implementazione più rapida e con meno rischi. Grazie a una progettazione pre-configurata e testata, potrai iniziare a lavorare da subito con ExpressPod per implementare applicazioni in maniera più rapida e con meno problemi.
  • Singolo punto di gestione. Grazie a tool dei partner come Cloupia Unified Infrastructure Controller, puoi gestire tutti i componenti di ExpressPod con una semplice console in modo da evitare di dover utilizzare tool diversi per gestire separatamente la parte di calcolo, le reti e lo storage.
  • Funzionalità di livello enterprise al prezzo giusto per le piccole imprese. ExpressPod è disponibile a prezzi competitivi senza sacrificare performance, funzionalità o efficienza sull'altare della convenienza. Il prodotto vanta componenti leader di settore per offrire funzionalità spesso assenti in soluzioni progettate per piccole imprese.
  • Integrazione completa con gli ambienti NetApp e Cisco. Se disponi già di una piattaforma FlexPod, di storage NetApp FAS, di server Cisco® UCS™ o di switch Cisco Nexus® nel tuo ambiente, potrai interfacciare e utilizzare ExpressPod in maniera trasparente con tali apparecchiature, senza la necessità di ulteriore formazione per il personale IT. Ad esempio, puoi replicare i dati da ExpressPod verso un FlexPod già in tuo possesso oppure verso un sistema storage NetApp per il backup e/o disaster recovery.

Informazioni dettagliate su ExpressPod

ExpressPod utilizza componenti NetApp e Cisco ed è stato convalidato da entrambe le aziende. Il prodotto viene offerto in due configurazioni standard basate su switch Cisco Nexus 3048, server con montaggio a rack Cisco UCS C220 M3 e sistema storage NetApp FAS2220 o NetApp FAS2240.

Tabella 1) Configurazioni di ExpressPod.

Configurazione di ExpressPodSwitch Nexus 3048Server UCS C220 M3Sistema storage NetAppDischi/capacità (standard)
Piccole22FAS2220A*12 X 600 GB/7,2 TB
Media24FAS2240A*24 X 600 GB/14,4 TB

*Coppia di HA

ExpressPod è disponibile in configurazioni piccole e medie.

Figura 2) ExpressPod è disponibile in configurazioni piccole e medie.

Storage

ExpressPod utilizza i sistemi storage della serie NetApp FAS2200 con Data ONTAP® 8.1.1 o versione successiva, i quali operano in 7-Mode. Tutto lo storage è configurato con due storage controller per l'alta disponibilità (HA), ciascuno in grado di gestire il lavoro dell'altro in caso di guasto. È possibile anche far sì che un singolo controller gestisca l'intero carico di lavoro in modo da consentire attività di manutenzione senza interruzioni.

NetApp FAS2220 viene utilizzato in una configurazione compatta che supporta 12 dischi interni e fino a due shelf di dischi aggiuntivi, per un totale di 60 dischi. NetApp FAS2240 è disponibile anche in una configurazione media che supporta fino a 24 dischi interni e fino a 144 dischi nel complesso, facendo ricorso a shelf esterni. L'architettura storage unificata della serie FAS2200 offre una configurazione adatta ai requisiti di accesso ai dati di NAS (NFS e CIFS) e SAN (iSCSI). Il prodotto offre le funzionalità che ti aspetteresti da una piattaforma storage NetApp, fra cui la protezione integrata dei dati e l'efficienza storage leader di settore, con supporto integrato per thin provisioning, deduplica e compressione.

La serie FAS2200 utilizza il medesimo ambiente operativo Data ONTAP in forza sulle piattaforme NetApp più grandi, offrendo funzionalità e gestione di pari livello. Il personale esperto su altri sistemi storage FAS o su FlexPod troverà la serie FAS2200 ed ExpressPod altrettanto semplice da utilizzare e da configurare.

Hardware del server

Dal punto di vista del calcolo, le configurazioni di ExpressPod offrono due o quattro server rack Cisco Unified Computing System™ (UCS) C220 M3, ciascuno dei quali dotato di due CPU a 8 core e 64 GB di memoria. Si tratta di un server 1U general-purpose ad alta densità e ottimizzato per offrire elevate performance su una vasta gamma di carichi di lavoro di business, come ad esempio:

  • Database e middleware
  • Desktop virtuali ad alte performance
  • Infrastruttura IT e web

Rete

Gli switch della serie Cisco Nexus 3000 di ExpressPod, layer 2/3, offrono alta densità e bassa latenza, oltre a funzionalità mission-critical come Virtual PortChannel e NAT (Network Address Translation). Il Nexus 3048 utilizzato da ExpressPod è uno switch 1RU che supporta 48 porte RJ-45 da 100/1000 Mbps e quattro porte di uplink SFP+ da 1/10 Gbps. La serie Nexus 3000 utilizza la medesima versione di NX-OS degli switch serie 3000, dunque c'è coerenza.

ExpressPod utilizza switch Nexus 3048 al posto dei Nexus 3000, dei fabric extender Nexus e delle interconnessioni del fabric UCS utilizzate da FlexPod. In questo modo è possibile ridurre la complessità e il costo del fabric di rete.

Gestione

ExpressPod supporta un ecosistema aperto di software di gestione da cui è possibile scegliere. Ad esempio, Cloupia Unified Infrastructure Controller consente di gestire tutte le risorse con una sola interfaccia per garantire un controllo preciso dell'infrastruttura fisica e virtuale attraverso una gestione e un monitoraggio completi, a partire da una dashboard unificata.

Servizio e assistenza

Il modello di supporto congiunto di Cisco e NetApp consente di identificare e risolvere rapidamente i potenziali problemi legati a ExpressPod. Si tratta del medesimo modello di supporto di FlexPod, il cui successo è stato incredibile. In questo modo risparmi tempo e risorse quando richiedi assistenza.

Scalabilità di ExpressPod

Puoi far scalare il sistema ExpressPod in verticale aggiungendo componenti o in orizzontale aggiungendo ulteriori configurazioni di ExpressPod.

ExpressPod può scalare aggiungendo server o capacità storage in maniera modulare, in modo da soddisfare le esigenze del carico di lavoro.

  • Entrambe le configurazioni di ExpressPod possono scalare fino a un massimo di 20 server C220 M3.
  • Il FAS2220A utilizzato nella configurazione piccola di ExpressPod è in grado di scalare fino a un massimo di 60 dischi. La configurazione di base comprende 12 dischi ad alte performance. Gli shelf aggiuntivi possono essere configurati con dischi ad alte performance o di grande capacità, con dischi a stato solido (SSD) o con una combinazione di questi prodotti. La capacità massima dipende dai tipi di dischi scelti.
  • Il sistema FAS2240A utilizzato nella configurazione media di ExpressPod è in grado di scalare fino a un massimo di 144 dischi. La configurazione di base comprende 24 dischi ad alte performance. Le opzioni per i dischi sono identiche a quelle di FAS2220A.

ExpressPod o FlexPod?

ExpressPod è una piattaforma economica e semplice da implementare per ambienti con meno di 500 utenti. Il prodotto garantisce una notevole semplicità e un prezzo contenuto, caratteristiche ideali per le piccole e medie imprese che intendono consolidare l'infrastruttura IT. ExpressPod può essere acquistato completamente configurato e testato per ridurre il carico sul personale IT.

FlexPod potrebbe essere più adatto per organizzazioni IT con oltre 500 utenti o per quelle a cui serve subito far crescere o personalizzare l'IT. Grazie alla possibilità di partire con una configurazione entry-level per poi scalare fino a configurazioni per aziende molto grandi, FlexPod offre la gestione, la personalizzazione e l'integrazione adatte a implementazioni IT su larga scala. FlexPod supporta le versioni a maggiori performance di Cisco UCS (compresi i server blade B-series) e NetApp FAS (compresa la serie leader di settore FAS6200). Il fabric Nexus a 10 gigabit di FlexPod può rivelarsi un vantaggio per le applicazioni con alto throughput o sensibili alla latenza.

In poche parole, scegli ExpressPod se ti occorre una soluzione conveniente per consolidare l'infrastruttura IT e per soddisfare esigenze immediate di business. Scegli FlexPod se i tuoi problemi principali sono la scalabilità e la flessibilità e se la tua organizzazione prevede di crescere ed espandere l'IT a breve termine.

Conclusioni

ExpressPod offre importanti vantaggi per le piccole e medie imprese che intendono consolidare le risorse IT e velocizzare l'implementazione di un'infrastruttura IT virtualizzata. ExpressPod unisce tecnologie collaudate relative a calcolo, rete e storage in una soluzione conveniente, semplice da implementare, capace di migliorare l'efficienza e in grado di ridurre la complessità. Con una dettagliata guida all'implementazione è possibile semplificare la fasi di attivazione, soprattutto nei casi in cui le competenze IT sono limitate.

Per le ultime informazioni su ExpressPod, non lasciarti sfuggire la pagina dedicata alle soluzioni NetApp per medie imprese.

 Desideri condividere le tue opinioni su ExpressPod?

La community NetApp online ti consente di porre domande, scambiare idee e condividere commenti.

Di David Klem, Sr. e Michael Zimmerman, entrambi Reference Architect

David è entrato in NetApp nel 2005, unendosi al team che ha progettato e costruito Kilo-Client, un cloud interno da 1.700 nodi utilizzato dai tecnici NetApp. David sta collaborando con il team di Infrastructure and Cloud Enablement NetApp, occupandosi di best practice e soluzioni per le architetture cloud. Fra i suoi compiti David ha anche quello di fare il relatore in molti eventi di settore relativi al cloud computing e alla virtualizzazione, interfacciandosi direttamente con i clienti per comprenderne obiettivi ed esigenze. Prima di entrare in NetApp, David ha lavorato per sei anni come ingegnere Cisco per la piattaforma di switch Catalyst.

Quale membro del team NetApp Infrastructure and Cloud Enablement, Mike si occupa di implementazione, compatibilità e test delle tecnologie di diversi vendor per sviluppare innovative soluzioni end-to-end. Mike ha iniziato la propria carriera in NetApp come progettista e amministratore di Kilo-Client, l'infrastruttura cloud interna di NetApp. Durante questo periodo, Mike ha sviluppato grandi conoscenze ed esperienze nella costruzione di architetture condivise end-to-end basate sulla virtualizzazione di server, reti e storage.

Tech OnTap
Iscriviti subito
Tech OnTap presenta ogni mese approfondimenti sull'IT, best practice basate su esperienze reali, suggerimenti e tool, interviste "dietro le quinte" con gli esperti, demo, recensioni degli utenti e molto altro ancora.

Per iscriverti subito, visita la sezione Tech OnTap della community NetApp.

Esplora
Esplora
Guida all'implementazione di ExpressPod

Sei pronto a iniziare subito con FlexPod? Consulta la Guida all'implementazione di ExpressPod (in inglese) per ottenere informazioni complete sull'implementazione.



Recente copertura mediatica di FlexPod ed ExpressPod

FlexPod ha riscontrato un grande successo sin dalla sua introduzione, che risale a circa due anni fa. Non lasciarti sfuggire i recenti articoli di Tech OnTap® e i post nei blog degli autori di Tech OnTap.

Esplora
 
TRUSTe
Contatti   |   Come acquistare   |   Feedback   |   Opportunità di lavoro  |   Iscrizioni   |   Informativa sulla privacy   |   © 2012 NetApp