Tech OnTap di NetApp Logo NetApp
Tech OnTap di NetApp
     
Aumenta la disponibilità con i tool di AutoSupport

Per molti di noi, l'applicazione delle best practice è come la ginnastica: sai che dovresti fare di più di quanto tu stia facendo. Per questo motivo NetApp ha dedicato molto tempo allo sviluppo di tool in grado di semplificare l'identificazione dei punti in cui migliorare le tue best practice relative allo storage.

Negli ultimi anni ho ricoperto il ruolo di Support Account Manager (SAM) per un grande istituto finanziario australiano, dove abbiamo toccato con mano quanta differenza possano fare questi tool. Utilizzando in maniera coerente i dati forniti da AutoSupport™, da My AutoSupport e da Remote Support Diagnostics Tool (RSDT), insieme a piccoli miglioramenti nei processi, nell'arco di due anni e mezzo siamo riusciti a eliminare gli incidenti di gravità 1 (guasto critico con grave impatto sull'azienda e che interessa numerosi utenti e business unit). Siamo riusciti a rispettare anche gli SLA che prevedevano una disponibilità del 99,99% e del 99,999%. Quando si manifestano problemi, siamo in grado di risolverli più velocemente e con minore impatto.

In questo articolo descriverò brevemente le caratteristiche di questi tool, in modo da aiutare le persone che non li conoscono. Spiegherò anche come utilizzare i tool per aderire in maniera molto più stretta alle best practice e migliorare la stabilità, la disponibilità, le performance e l'efficienza del sistema.

Risk report di My AutoSupport.

Figura 1) Dimostrazione delle funzionalità di AutoSupport, My AutoSupport e RSDT.

La famiglia di tool AutoSupport

Per iniziare, descriverò brevemente i tre tool. Se li conosci già, puoi saltare questa sezione. Tuttavia, è consigliabile dare un'occhiata ai collegamenti forniti per ogni tool, dove troverai molte informazioni importanti.

La maggior parte degli utenti conoscerà AutoSupport, prodotto disponibile sin dalla nascita di NetApp. Abilitando AutoSupport su un sistema NetApp®, vengono inviati avvisi di sistema e log settimanali agli amministratori e a NetApp. NetApp analizza automaticamente le informazioni per identificare potenziali problemi futuri che potrebbero incidere sulla stabilità e sulle performance del sistema storage. Per ulteriori informazioni su AutoSupport, visita il sito web di assistenza NetApp (richiede il login NetApp Support).

My AutoSupport è un tool online che utilizza i dati di AutoSupport del tuo sistema storage NetApp per analizzare, modellare e ottimizzare la tua infrastruttura storage. I sistemi storage con un contratto di assistenza o di garanzia hardware in corso di validità possono accedere a tutte le funzionalità di My AutoSupport, come:

  • Reporting sui rischi con controlli proattivi
  • Report con panoramica sulle performance
  • Visualizzazione dei dispositivi (sistema, dischi, RAID, qtree, capacità)
  • Confronto fra le configurazioni dei sistemi storage
  • Profili di efficienza dello storage
  • Data ONTAP® Upgrade Advisor
  • Eventi e cronologia completa di AutoSupport
  • Visualizzatore dei contenuti di AutoSupport

Scopri di più su My AutoSupport qui (richiede il login NetApp Support). Non dimenticare di dare uno sguardo ai numerosi collegamenti e video situati a fondo pagina.

Remote Support Diagnostics Tool aiuta l'assistenza NetApp a diagnosticare i problemi dei sistemi storage senza alcun intervento da parte del personale IT. Questo tool consente di velocizzare drasticamente la risoluzione dei problemi e di ridurre il carico del personale. RSDT garantisce una comunicazione sicura e autenticata fra i tuoi sistemi storage e NetApp. In questo modo, il personale di assistenza NetApp può caricare i principali file e altri dati diagnostici in tempo reale, in modo da diagnosticare i problemi senza alcuna assistenza sul posto.

A causa dei potenziali problemi di sicurezza legati all'accesso remoto, NetApp ha dedicato particolare attenzione alla sicurezza attraverso:

  • Connessioni HTTPS outbound con crittografia a 128 bit
  • Certificato digitale per impedire lo spoofing
  • Raccolta dei dati solo durante la gestione del problema
  • Policy di sicurezza con pieno controllo da parte tua
  • Audit log completo delle azioni NetApp

In base a una valutazione indipendente, RSDT è conforme a tutte le best practice di sicurezza. Per ulteriori informazioni su RSDT, compresa una valutazione indipendente sulla sua sicurezza, clicca qui (richiede il login NetApp Support).

Sfruttare al meglio i tool di AutoSupport

L'istituto finanziario presso il quale ho ricoperto il ruolo di Support Account Manager ha oltre 120 sistemi storage NetApp. I sistemi di produzione si trovano all'interno di cluster HA, con cluster secondari HA per il DR e ulteriori sistemi standalone per i backup con tecnologia NetApp SnapVault®. Ogni mese viene eseguito il backup di circa 3.5 PB di dati. L'infrastruttura storage fornisce lo storage al tier applicativo che supporta varie business unit, il file serving (CIFS) ed Exchange.

La banca aveva già abilitato AutoSupport su molti sistemi storage, per cui noi più che altro abbiamo verificato che fossero coperti tutti i sistemi e che i nuovi sistemi sfruttassero le funzionalità di My AutoSupport al termine del roll out. Trattandosi di un istituto finanziario, il processo per abilitare RSDT è stato un po' più complesso. Ci è voluto del tempo per sottoporre RSDT a tutti i controlli interni. Tuttavia, la banca si è convinta di fronte alla possibilità di velocizzare l'accesso ai file principali e agli altri dati diagnostici con RSDT, e il team di sicurezza ha infine stabilito che RSDT era in grado di soddisfare tutte le linee guida della banca per la sicurezza dei dati e delle reti.

Una delle chiavi del successo per l'istituto è stato il reporting dei rischi di My AutoSupport. My AutoSupport può cercare le risk signature già identificate e creare un report dei rischi proattivo e in grado di individuare i problemi che potrebbero ridurre la disponibilità, le performance o l'efficienza dei sistemi storage. Le risk signature vengono aggiornate continuamente dagli esperti NetApp in base all'esperienza e ai dati sul campo, così ogni report fornisce le ultime informazioni. My AutoSupport dispone anche di una procedura che consente di rimuovere o di mitigare la gravità di ciascun rischio identificato.

Risk report di My AutoSupport.

Figura 2) Risk report di My AutoSupport.

Insieme al Supportability Profile report (vedi barra laterale), il report dei rischi di My AutoSupport consente di identificare ciascun rischio, documentarlo, giudicarne l'importanza e il profilo di rischio e creare, sulla base di questi dati, un piano d'azione per una gestione ottimale dello stesso. I piani di azione ricadono in tre categorie:

  • Rischi risolvibili senza interruzioni
  • Rischi che possono attendere il successivo downtime pianificato
  • Rischi che richiedono un intervento immediato

Ogni due settimane circa, insieme al mio team esamino ciascun report per creare un piano per la gestione di ciascun rischio non identificato in precedenza. Quindi, tutti i rischi vengono documentati in un "registro dei rischi" utile al team operativo per trovare una soluzione. Durante ciascun downtime pianificato viene consultato il registro dei rischi per completare il lavoro arretrato. Per questioni operative, non è possibile correggere a breve termine un certo numero di rischi, che la banca considera di gravità accettabile.

Risultati

Con il mio team siamo riusciti a ottenere incredibili miglioramenti nella stabilità dei sistemi storage semplicemente utilizzando questi tool e implementando i cambiamenti di processo che ho descritto. I report dei rischi hanno consentito di individuare immediatamente numerosi problemi potenzialmente gravi, come diversi loop FC-AL guasti, e di adottare i piani d'azione necessari per correggerli. Come indica la tabella 1, fra luglio 2010 e gennaio 2012 abbiamo ottenuto notevoli miglioramenti in termini di conformità alle best practice in vari ambiti. In questo modo abbiamo contribuito a migliorare la stabilità dei sistemi storage.

Tabella 1) Miglioramenti nella conformità con le best practice.

Conformità
 Luglio 2010Gennaio 2012
Sistemi che utilizzano la versione consigliata di Data ONTAP89%100%
Firmware MB aggiornato32%99%
Firmware aggiornato dei dischi93%98%
Versione/FW dello shelf aggiornata93%98%
Implementazione dei dual attach loop81%99%

 

In generale, una volta implementate queste modifiche, la banca è rimasta molto soddisfatta delle performance del proprio storage NetApp. NetApp è stata considerata "vendor modello" non solo per questioni di stabilità e disponibilità, ma anche per il reporting e l'identificazione preventiva dei rischi.

Inoltre, l'implementazione di RSDT ha favorito una risoluzione molto più rapida dei problemi verificatisi. La capacità, da parte del supporto tecnico di NetApp, di scaricare immediatamente i file principali e gli altri dati diagnostici ha consentito di risolvere rapidamente i problemi, riducendo le interruzioni operative della banca.

Conclusioni

Se non stai sfruttando i vantaggi offerti dalla famiglia di tool AutoSupport nel tuo ambiente storage NetApp, è giunto il momento di farlo. Si tratta di tool in grado di identificare e correggere i rischi in maniera molto semplice e prima che possano creare problemi, migliorando la disponibilità, le performance e l'efficienza dello storage.

 Desideri condividere le tue opinioni sulla famiglia di tool di
     AutoSupport?


La community NetApp online ti consente di porre domande, scambiare idee e condividere commenti.

Malcolm Chaney
Support Account Manager
NetApp


Malcolm è entrato in NetApp tre anni fa come Support Account Manager per l'Australia, venendo rapidamente promosso a capo del suo team. Nella sua lunga carriera, 26 anni di cui 19 trascorsi in SGI, si è dedicato al supporto post-vendita. Malcolm vanta un MBA e una laurea in ingegneria elettrica.


Tech OnTap
Iscriviti subito
Tech OnTap presenta ogni mese approfondimenti sull'IT, best practice basate su esperienze reali, suggerimenti e tool, interviste "dietro le quinte" con gli esperti, demo, recensioni degli utenti e molto altro ancora.

Per iscriverti subito, visita la sezione Tech OnTap della community NetApp.

Esplora
Esplora
Fai un importante passo avanti per assicurarti operazioni ininterrotte

Utilizzando analitiche smart e intelligence strategica messe a disposizione dalla famiglia di tool di AutoSupport, negli ultimi due anni e mezzo, l'istituto finanziario oggetto di questo articolo è riuscito a eliminare i guasti critici e a rispettare SLA del 99,99% e del 99,999% in termini di disponibilità. Sfrutta questi tool per aumentare la disponibilità del tuo storage e ridurre i downtime.


Supportability Profile Report

Questo importante tool è al momento disponibile solo nelle sedi NetApp che dispongono del servizio Support Account Manager (SAM). Tuttavia, NetApp sta pianificando di rendere il tool dispoinbile per tutti. Il report prende in esame un elenco di sistemi storage, estrae le configurazioni dai dati AutoSupport e confronta le configurazioni con una serie di best practice. Il report risultante riepiloga la conformità di ciascun sistema storage e indica le modifiche da apportare a ciascun sistema storage per rispettare la conformità con le best practice.

Esplora
 
TRUSTe
Contatti   |   Come acquistare   |   Commenti   |   Opportunità di lavoro  |   Iscrizioni   |   Informativa sulla privacy   |   © 2012 NetApp